News

RESPIRA LO SPORT AVVICINA ANCHE I VOLONTARI

Vogliamo raccontarvi di seguito la storia di Andrea Cicolani, padre di una bambina affetta da FC, che, grazie a Respira lo Sport!, ha riacceso la sua voglia di fare volontariato. E’ stato infatti l’incontro con la signora Antonella Longhi, responsabile dell’impianto natatorio Rari Nantes de L’Aquila, la quale dallo scorso giugno aderisce alla nostra campagna organizzando periodicamente eventi a nostro favore, che ha riavvicinato Andrea al volontariato, attività dalla quale si era allontanato per la mancanza intorno a lui di persone che prendessero a cuore la sua causa. Per noi le sue parole significano molto. L’intervista riportata di seguito è un esempio lodevole di come un lavoro sistematico, costante e duraturo nel tempo, come quello svolto in funzione di Respira lo Sport, possa risvegliare umori sommersi, passione e voglia di battersi per la fibrosi cistica.

Prima di incontrare Antonella Longhi, aveva già preso contatto con la LIFC? Se si, con quali strutture? Quanto tempo fa?
Si, in maniera molto marginale. Qualche mese fa quando abbiamo trasferito nostra figlia al centro FC del policlinico Umberto I di Roma. Lì ci hanno presentato una responsabile della LIFC che ci ha dato del materiale informativo.

Cosa pensa della campagna Respira lo Sport?
La trovo molto interessante e di certo mi fa piacere che si stia promuovendo, anche se posso esprimermi solo in relazione alla mia esperienza sul territorio de L’Aquila, in quanto non ho avuto modo di osservare i risultati a livello nazionale. Mi preme comunque dare la mia disponibilità ad aiutare la causa.

Ha mai partecipato ad altre iniziative simili? Se si, quali?
Si, nel 2003/2004 con mia moglie abbiamo organizzato delle raccolte a L’Aquila con l’aiuto della Fondazione per la Fibrosi Cistica che ci ha dato dei gadget e del materiale informativo che, unito a degli spettacoli e altri oggetti fatti in casa, ci ha dato dei risultati discreti.

Ci racconterebbe brevemente la Sua esperienza con Respira lo Sport?
Per me è stato molto bello incontrare casualmente altre persone che hanno preso a cuore la nostra causa, è stata proprio questa mancanza che ha interrotto quello che io e mia moglie stavamo facendo, e avere incontrato Antonella e gli altri della SDS mi ha ridato voglia di fare. Questa prima volta con Respira lo Sport è stata davvero bella ed anche un po’ emozionante.

Quale crede sia il punto vincente di questa campagna? Dal Suo punto di vista, cosa aggiungerebbe?
Di sicuro tramite lo sport si raggiungono molte persone, di certo aumenterei la pubblicità e il materiale per la raccolta fondi sia divulgativo sia per quanto riguarda i gadget.

C’è stato qualche momento per Lei particolarmente significativo nel corso dell’evento di sensibilizzazione e raccolta fondi? 
Quando il presidente della SDS mi ha chiesto di intervenire durante la premiazione ho voluto ringraziare tutti della partecipazione alla raccolta fondi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>